Lettori fissi

lunedì 27 febbraio 2012

.13 .....
























Guardo l'orizzonte dove il sole si unisce al mare e le nuvole sfumano nel caldo colore del tramonto, sta per calare la sera, aspetto la luna con il suo bianco splendore che accompagnerà i miei pensieri nei tuoi sogni, al cielo chiedo...una notte stellata per scaldare il mio cuore e riempirlo di gioia, quella gioia, che solo tu riesci a donarmi al solo pensarti, mentre osservo questo splendido tramonto che profuma di te, una brezza leggera mi accarezza il volto...posando sulle mia labbra il tuo dolce bacio.

giovedì 23 febbraio 2012

.12 .....



A volte basta una singola parola, e le tue certezze crollano di colpo, come un castello di sabbia investito da uno tsunami. Puoi fingere di essere felice, ma la tristezza è sempre con te, in fondo all'anima, e si vede, perchè ridere e scherzare non significa essere felici, a volte si scherza e si ride solo per dimenticare. Si fa presto a dire che il tempo sistema le cose, si fa un pò meno presto a convincersi che non sia così. Poi, chi ha detto che i giorni di pioggia sono i peggiori, anzi, sono gli unici dove puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo. A volte piangere può sembrare stupido, ma spesso le lacrime sanno esprimere ciò che le parole non sanno dire, e ogni lacrima che bagna il tuo volto è una goccia di felicità che perdi in un pozzo di dolore. Quando piangi...chi non ti capisce ride, chi ti odia gioisce e chi ti vuole bene soffre.
Comè difficile far capire ad una persona, quello che siamo veramente, senza avere la paura di essere colpiti nel cuore, nel nostro punto più debole, e farci cadere per sempre, perchè le ferite esterne si rimarginano, mentre le ferite del cuore...rimangono aperte.

martedì 21 febbraio 2012

.11 .....




A volte mi chiedo come sia possibile legarsi a qualcuno che non ti desidera, che non ti apprezza per quello che sei. A pensarci bene è davvero inutile. Eppure quella persona ci ispira, ci da speranza, ci da la forza di combattere come se credessimo alle favole, come se alla fine della battaglia chi la vince siamo sempre noi. Ma la verità purtroppo è diversa, ed è che in questo modo non facciamo che farci del male, e che non possiamo cambiare i sentimenti di una persona. La verità è che meritiamo di meglio...perchè chi ti vuole davvero non ondeggia mai tra il bianco e il nero. Purtroppo quando amiamo una persona...non amiamo più noi stessi, ma nella vita reale non esistono le magie, e chi ti ama seriamente sceglie subito il bianco, ti apprezza per quello che sei e non se ne và..." ma resta con te".

sabato 18 febbraio 2012

.10 .....



Una bellissima farfalla dai mille colori si è posata sul mio cuore, l'ho ricoperta di baci e sotto le sue ali ho scritto ti amo e il tuo nome. Non le ho indicato la strada...già sapeva dove andare, sta volando da Te a portarti il mio caloroso abbraccio, e tutti leggeranno sotto le sue ali quanto amore ho nel cuore per Te.
Niente è più vulnerabile del mio cuore, che prova ad amare per la seconda volta. Quando le ali dell'amore ti abbracceranno, quando sentirai nel tuo cuore la melodia dell'amore, quando l'amore entrerà prepotentemente nella tua vita, stringilo forte a Te...è il grande amore che ho per Te. 

giovedì 16 febbraio 2012

.09 .....



La malinconia...vorrei darti il mio cuore, perchè solo cosi potresti capire, quella stranissima sensazione che si prova guardando negli occhi della gente, quello stato d'animo che ti rende fragile e sensibile al sol tocco di un alito di vento, quella paura che ti rende vivo e ti fa reagire, ma...basta un nulla e ti può spazzar via.
Ho camminato tra cespugli spinosi e ortiche così alte da oscurare il giorno, ho vagato nelle tenebre delle profondità dell'universo, ho camminato giorni e giorni nel deserto più arido, ho attraversato paludi e foreste...emergerò, si...mi sveglierò dal lungo sonno e cercherò la luce, con tutta la mia forza scalerò la montagna più alta, e quando finalmente arriverò in cima, mi inebrierò del calore del sole,  farò capriole e salti per aver trovato la gioia di vivere, urlerò dalla felicità di essermi finalmente liberato di te. Ti lascio lì sola su quella panchina, che per tanto tempo fu mia, e per sempre ti dico..."addio".
 

lunedì 13 febbraio 2012

.08 .....




Seduto sulla mia solita amata panchina, osservo un meraviglioso cielo stellato, ho cercato in esso risposte che non ho trovato, ho provato a dare luce a questo buio ma non ci sono riuscito, così in attesa dell'alba ho pensato al significato della mia vita, scrutando il mio passato e riflettendo sul presente non ho trovato un senso, ma poi ho rivolto gli occhi verso il futuro e ho visto una via lunga e piena di ostacoli, ma con in fondo una meta, ed è questo lo scopo della mia vita, lottare per ciò che voglio, come non avevo mai fatto, farlo con tanta grinta ma soprattutto con la forza del cuore, e per chi vorrà farmi inciampare o ferirmi non riuscirà mai a farmi arrendere, perchè anche se dovessi strisciare giungerò alla meta, utilizzerò ogni mezzo per vincere questa guerra, e un giorno conquisterò la felicità, ed anche dalle più piccole cose, da una lacrima o dal buio so che potrò ricavarla, e la concederò a coloro che soffrono e che non vivono, e... "a chi come me ne è alla ricerca".

venerdì 10 febbraio 2012

.07 .....



Vorrei vivere così...un giorno nel bosco seduto su una panchina ad ascoltare il silenzio e sentire cosa mi può spiegare, un giorno in riva al mare dove posso ammirare l'orizzonte e vedere il sole che bacia le onde, un giorno in montagna e ammirare la luna mentre accarezza le cime innevate, e così dall'alto potro vedere i problemi più piccoli e guardarli con noncuranza, e da lì potrò urlare perché nessuno mi può sentire, e combatterò contro i miei sogni affrontandoli uno a uno, perché possano capire che io sono più forte di loro. Ma poi appari tu...quello più pericoloso, con il tuo profumo mi attiri a te, confondendomi in un vortice di emozioni, in un turbinio di sensazioni, ma devo fare attenzione, girarti alla larga, starti un pò lontano, perché se mi avvicino troppo rischio di ferirmi. Ma ora ho imparato ad incassare i colpi, a scostarmi quando mi colpisci, ad attaccarti quando meno te l'aspetti e sorrido, sapendo che ormai niente può distruggermi, mi sento invincibile quando nello sguardo continuo ad avere il mare, nel cuore la luna e nell'anima il silenzio del bosco. 

martedì 7 febbraio 2012

.06 .....




Quando si è innamorati si ha la tendenza ad interessarsi di tutto ciò che l’altro fa, si sente il bisogno di conoscerla, di sapere tutto della sua vita, si memorizzano i suoi gusti, si prova un reale interesse per lei, si riesce quasi ad anticipare i suoi desideri, spesso si è così in sintonia da dire la medesima cosa o persino di pensarla. Prendi il telefono per chiamare e ti senti dire che lo stava per fare lei, sembra quasi magia e forse un pò lo è.
Se pensi a lei hai l’immagine del suo viso, del suo sguardo magnetico, del suo sorriso splendente, senti il calore e il profumo della sua pelle, ti piace parlare con lei di tanti argomenti, sei disponibile e se puoi l'aiuti, e non ti accorgi dei difetti che ha e tutti ne abbiamo, ma se li vedi hai la tendenza a scusarli del tutto e a giustificarli in mille modi e maniere.
Potrebbe seriamente essere vero amore, ma a questo punto bisogna continuare a farlo crescere questo amore, come si fa con una tenera piantina che ha bisogno d’essere nutrita per crescere...altrimenti muore.

    sabato 4 febbraio 2012

    .05 .....




    Quando finisce quello che si ritiene un grande amore, si prova una sofferenza indicibile, si pensa che non si può più continuare a vivere, si provano sentimenti quali: tristezza, delusione, senso d’angoscia, sensi di colpa e fallimento, sopratutto se quell'amore ha preso tutte le nostre forze, ha preso la nostra vita, perchè come in ogni amore che viviamo, pensiamo sempre che sia quello "giusto", quello che durerà in "eterno", ed è doloroso accettare che possa finire, che ci siamo sbagliati.
    Il più delle volte non si riesce a comprendere perchè sia finito, non rendendosi conto che quella fine non è stata improvvisa ma era in qualche modo preannunciata in tanti piccoli gesti, occasioni, sfumature, o pur avendo notate quest'ultime si viveva comunque nell'illusione che nonostante tutto non sarebbe mai finito quell’amore.
    Nella stragrande maggioranza dei casi ci si dimena, non ci si arrende, si tenta l’impossibile per recuperare quell'amore, si continua ad amare la persona perduta, a volte più di prima, a volte si prova qualche timida speranza di recuperare l'amore perduto, sopratutto se l'altra parte, incautamente, manifesta qualche piccolo segnale d'affetto o di comprensione, che si tende subito ad interpretare come segnale di una rinnovata disponibilità ad amarci e non lo si vede nel suo reale significato tipica la frase "forse mi ama ancora un pò...forse non è tutto finito".

    (pensieriparole)