Lettori fissi

lunedì 31 dicembre 2018

Ladri di Carrozzelle - discografia


I Ladri di Carrozzelle sono un gruppo musicale rock italiano, formatosi a Roma nel 1989. Quello dei Ladri di Carrozzelle è stato il primo gruppo del panorama musicale italiano formato principalmente da artisti con disabilità.


1992 - Distrofichetto/Anche mia è la città/Maddechè
1996 - Diversi da chi/Cavalcando la luna/C’è qualcosa di nuovo

1998 - Regina Coeli (funky)/Regina Coeli (rock & roll)/Regina Coeli (dub)
1999 - Anima mia/Anima mia (vers. Karaoke)
2019 - O anche no/Il glifosato misterioso/Invisibili e tenaci


1993 

Distrofichetto – Basta una canzone – Maddechè – Nel silenzio della sera – C’e qualcosa di nuovo – Un sorriso – Anche mia è la citta – Haway, Haway – Sarà in America – Sei una sola, blues – Mia









1997 

Veleno 
Quello che vedi 
Ho perso te 
Forse sognare 
Cavalcando la Luna 
Tempesta 
Ho parlato col vento 
Brucia l’anima 
Resta 
Candidi fiori


1998 - In concerto? (live)

Basta una canzone – Il mio canto libero – Adriana Medley – Diversi da chi – Medley rock – Imagine – Regina Coeli – Non è tempo per noi – Ho parlato col vento – Distrofichetto – Dieci Laure d’acciaio medley – Vita spericolata – La società dei magnaccioni







1999 

Distrofichetto 
Anche mia è la città 
Diversi da chi 
Basta una canzone 
Ho perlato col vento 
Wish you where here








2000 

Il vento della notte – Sparta – Mia – Nei tuoi occhi – Vorrei andare con te – Nuda – Cammina Cammina – L’urlo del silenzio – Non cambierà – Notte di stelle e luna








2003 

Sparta – Hot stuff – Ho perso te – Can’ t take – Distrofichetto – I will survive – Cavalco la luna – Insieme – Non cambierà – Outta love – Candidi fiori – Vorrei andare con te – YMCA – Diversi da chi








2005 

Ciao che fai ?
Distrofichetto
Diversi da chi
Ho parlato col vento
La bambola
Mia
Non ci nasci
Non va
Quello che non ti aspetti
Stella
Veleno
Vivere

2005 

Equilibrio instabile 
Lunedì mattina 
Non t’appartengo 
Sola 
Oggi sono io







2006 

Disconnesso – Un Giudice – Cosa vuoi che sia – Highway star – Adrenalina – Ciao che fai – I Will survive – Equilibrio instabile – Lunedi mattina – A muso duro – El ritmo del sol








2007 

Brucio – Sparta – Nei tuoi occhi – Liberi – Diversi da chi – Non mi arrenderò – Mi vendo – Sei nell’anima – Unchain my heart – Proud Mary – Sex Bomb










2011 

Areanova sbrock – Percussionista atomico – Il principino – Nonna Rock – Il comandante – Manù – Il ballo di Valerio – Felicemente – Il segretario – Io so de coccio










2016 

Non succede – All’inferno depressione – Veramente pigro – Completamente fuori – La malattia patatologica – Stravedo per la vita – Peppe peppazzo – Ragazzo di vetro – A mano a mano – Il ballo del cuculo – Non vedo l’ora – Le coriste del kazoo – Eppure soffia – La commarella






Diodato al Festival di Sanremo


Antonio Diodato, conosciuto semplicemente come Diodato (Aosta, 30 agosto 1981), è un cantautore italiano, partecipa nel 2014, 2018 e 2020 al Festival di Sanremo. Vincitore del Festival di Sanremo 2020 con il brano "Fai rumore".


2014 - Babilonia

Cado e tuTu vieni a riprendermiSapessi cos'è un'animaSaprei che cosa venderti
Cado e tuTu mi porti ancor più giùSei specchio dei miei limitiDei miei talenti inutili
Ogni volta poi, sai sorprendermiSei ogni cosa intornoE poi non ci sei piùNon ci sei
Io non lo so come fai a sbattermi cosìChe certi giorni ho il cuore nero e sembra sempre lunedìE la notte ha mille sguardi che si nutrono di mePoi la luce li cancella ed io ritorno a credereSia possibile ogni cosa, questa sana folliaSia capace di mostrarmiMi basta, mi porti via da quiDall'assurda e inutile BabiloniaBabilonia
Cado e tuE tu mi porti ancor più giùE in questi abissi gelidiRespiro sogni liquidi
Ma ogni volta poi, sai sorprendermiQuando penso di toccare il fondoMi riporti su, mi riporti su, mi riporti su
Io non lo so come fai a sbattermi cosìChe certi giorni ho il cuore nero e sembra sempre lunedìE la notte ha mille sguardi che si nutrono di mePoi la luce li cancella ed io ritorno a credereSia possibile ogni cosa, questa sana folliaSia capace di mostrarmiMi basta, mi porti via da quiDall'assurda e inutile BabiloniaBabilonia
BabiloniaBabilonia

2018 - Adesso (con Roy Paci)

Dici che torneremo a guardare il cielo
Alzeremo la testa dai cellulari
Fino a che gli occhi riusciranno a guardare
Vedere quanto una luna ti può bastare.

E dici che torneremo a parlare davvero
Senza bisogno di una tastiera
E passeggiare per ore per strada
Fino a nascondersi nella sera.

E dici che accetteremo mai di invecchiare
Cambiare per forza la prospettiva
Senza inseguire una vita intera
L’ombra codarda di un’alternativa.

E dici che troveremo prima o poi il coraggio
Di vivere tutto per davvero
Senza rincorrere un altro miraggio.

Capire che adesso è tutto ciò che avremo
Capire che adesso è tutto ciò che avremo
Capire che adesso è tutto ciò che avremo.

Dici che riusciremo a sentire ancora
Un’emozione prenderci in gola
Quando sei parte della storia
Fino a riuscire ad averne memoria.

E dici che avremo prima o poi il coraggio
Di vivere tutto per davvero
Senza rincorrere un altro miraggio

Capire che adesso è tutto ciò che avremo
Capire che adesso è tutto ciò che avremo
Capire che adesso è tutto ciò che avremo
Capire che adesso è tutto ciò che avremo.

E tu che nome dai
Al tuo coraggio
Al non volere mai ammetter che
Al non volere capire che…

Adesso è tutto ciò che avremo
Adesso è tutto ciò che avremo
Capire che adesso è tutto ciò che avremo
Adesso è tutto ciò che avremo.

Dici che torneremo a guardare il cielo.


2020 - Fai rumore

Sai che cosa pensoChe non dovrei pensareChe se poi penso sono un animaleE se ti penso tu sei un'animaForse è questo temporaleChe mi porta da teE lo so non dovrei farmi trovareSenza un ombrello anche seHo capito chePer quanto io fuggaTorno sempre a te
Che fai rumore quiE non lo so se mi fa beneSe il tuo rumore mi convieneMa fai rumore, sìChé non lo posso sopportareQuesto silenzio innaturaleTra me e te
E me ne vado in giro senza parlareSenza un posto a cui arrivareConsumo le mie scarpeE forse le mie scarpeSanno bene dove andareChe mi ritrovo negli stessi postiProprio quei posti che dovevo evitareE faccio finta di non ricordareE faccio finta di dimenticareMa capisco chePer quanto io fuggaTorno sempre a te
Che fai rumore quiE non lo so se mi fa beneSe il tuo rumore mi convieneMa fai rumore sìChe non lo posso sopportareQuesto silenzio innaturale tra me e te
Ma fai rumore sìChé non lo posso sopportareQuesto silenzio innaturaleE non ne voglio fare a meno oramaiDi quel bellissimo rumore che fai

2024 - Ti muovi

Cosa ci fai qui?
Non vorrai mica deludermi
Hai sciolto le catene che abbiamo stretto insieme
Per tenerci lontani
E già mi parli così
Ma a cosa serve ora insistere?
Me lo ricordo bene
Il nostro tempo insieme
Me lo ricordo
Ma anche se sai che è inutile
Anche se sai che è inutile
Tu ancora ti muovi
Qui dentro ti muovi
Cerchi l'ultima parte di me
Che crede ancora che sia possibile
Davvero è questo quel che vuoi?
Un sorso di veleno e poi
Un altro gioco di parole
Un'altra dose di dolore
Ma ormai sei già nella tempesta
Non puoi pensare a ciò che resta
E vuoi toccare il fondo, andare a fondo, fino in fondo
E ancora ti muovi
Qui dentro ti muovi
Cerchi l'ultima parte di me
Che crede ancora che sia possibile
Che se poi mi trovi, tu ancora mi trovi
Forse un'ultima parte di me crede davvero che sia possibile
Se ancora ci sei
Se in mezzo a tutto il resto ancora ci sei
Forse esiste una parte di me che spera ancora che sia possibile



*Aggiornato il 15/02/2024

martedì 11 dicembre 2018

Tricarico - album


Francesco Maria Tricarico, noto semplicemente come Tricarico (Milano, 1º febbraio 1971), è un cantautore e pittore italiano.



2002 

Il caffè 
Musica 
Io sono Francesco 
Aeroplano giallo 
Il drago verdolino 
Neve blu 
Brillantini 
La pesca 
Gioia 
Lavanda 
Occhi blu 
Stupido pio pio




2004 

Animali 
Sposa laser 
Ragazza little 
Mamma no 
Acquedotto fosforescente 
Cavallino 
Formiche 
Cielo rosa 
Ogni giorno 
Sommergibile blu







2008 

Oroscopo 
Vita tranquilla 
Eternità 
Un'altra possibilità 
Pomodoro 
Cosa vuoi adesso 
Ghiaccio 
Fili di tutti i colori 
Il mio amico 
Gigliobianco 
Libero






2009 

Apparenze 
Il bosco delle fragole 
Immaginai 
Amo 
Un mondo fantastico 
Punti di vista 
Tre 
Luminosa 
Sole 
Marzo 








2011 

Una selva oscura 
È difficile 
Tre colori 
Leggerezza 
Imbarazzo 
Guarda che bel colore han le rose 
La mia sposa 
Da soli io e te 
L'italiano 
Interludio 
Ninna nanna oh






2013 

L'America 
Le conseguenze dell'ingenuità 
Invulnerabile 
Amico mio 
Riattaccare i bottoni 
Insieme assieme a te 
Il tuo coraggio 
Tempo e notizie 
La natura 
Frutta fresca 
Io sono Francesco







2016 

SOS oliva
Paradiso
Una cantante di musica leggera 
La bolla
Un nuovo amore
Il motivetto
Brillerà 
Stagioni
Da chi non te lo aspetti
Ciao
Volo
Da chi non te lo aspetti (piano e voce)




2021 

Intro
A Milano non c'è il mare
Abbracciami fortissimo
Era soltanto un gioco
Mi manchi negli occhi
Tre numeri in più
Superficialità
La bella estate
La luna storta
Apri gli occhi
Voglio vivere
Coda




* Aggiornato il 11/11/2021

sabato 8 dicembre 2018

Lina Sastri - album


Lina Sastri, all'anagrafe Pasqualina Sastri (Napoli, 17 novembre 1953), è un'attrice e cantante italiana.

1989 

Era de maggio
Marechiaro
'A cartulina 'e Napule
Tutta ee' me
I' te vurria vasa'!...
Torna maggio
La tarantella
Reginella
'A vucchella
Santa Lucia luntana
O sole mio






1990 

Maruzzella
Torna a Surriento
Maria, Marì!
Mmiez''o ggrano
Voce 'e notte
'A vucchella
Catarì
'O paese d'o sole
Santa Lucia luntana
I' te vurria vasà!..








1992 

Femmene 'e mare - Maruzzella - Maria Marì - Recitato - Torna a Surriento - Marechiaro - Chi tene 'o mare - Cartulina 'e Napule - Tutta pe' me / recitato "Salome" - 'A vucchella - Je te vurria vasà - Torna maggio - Era di maggio
Recitato Lina Linù / Mmiez 'O Ggrano - 'E spingole francese - Zappatore / 'A tazza 'e cafè - M'aggia curà - La zuccona - Tammurriata nera - Reginella - Recitato ddoje farfalle / Malafemmena - 'O paese do' sole - Recitato quanta buscie - 'O sole mio - Voce 'e notte - Ringraziamenti su Maruzzella



1996 

'A luna 'e Napule
Carmen zucconas
'A canzone 'e Napule
The Man I Love
Tammuriata americana
'A cartulina 'e Napule
Una notte con le stelle e con te
Cagne strada
Guardo in cielo e son felice
Nun me scetà








1997 

Il cuore o la strada
Sacro e profano
Rosso napoletano o il mistero
La passione
Il mediterraneo o la partenza
Il mare
L'arte o il cielo











2000 

Festa
Serenata napulitana
Sciummo
Passione
Chella de' rrose
'Nmiez''a via
Io ce credo
I' te vurria vasà
'O sapore de' cerase
1Maddalena
1Renuncia
1Tonada de luna llena
1Viento
Maggio se ne và
Assaje


2004 

Tutta pe mme
Reginella
Torna maggio
Era di maggio
Serenata napulitana
Passione
Munasterio 'e santa chiara
Tammuriata nera
Canzone appassiunata
Marechiare
Torna a Surriento
I'te vurria vasa'
'A vucchella
Maruzzella
Luna rossa
'O sole mio
Indifferentemente



2005 

Serenata 'e Pulecenella
Dicitincello vuie
'Na sera 'e maggio
Sciummo
Scetate
Caruso
'O surdato nnammurato
Core 'ngrato
Voce 'e notte
Festa
Malafemmena
Sakkula (ramo di primavera)
Madonna de lu Carmine
(dallo spettacolo teatrale "Cuore mio")

2007 

El Dia Que Me Quieras
O zappatore
Medley: Papele o marenaro - Guappo 'nnamurato
Guapparia
Canzone appassiunata
Lu Cardillo
Merceditas
Dicitencello vuie
Tutta pe' mme
Serenata di Pulcinella







2008 

Album 1: Reginella - Sanecore - Gargano - Avevo 17 Anni (Recitato) - Tutta pe' mme - Torna maggio - Vene l'ammore - Io te vurria vasa' - Core 'Ngrato - Povero core - Tammurriata nera - Eduardo - Filumena marturano (Recitato) - Bammenella - Guappo 'nnammurato - Guapparia - Eterne città del sud (Recitato) - Torno al sud - Serenata di Pulcinella - Per Quelli che videro il cielo ... (Recitato)

Album 2: Maruzzella - Guarracino - 'O mare e' a terra mia (Recitato) - Comme e' bello 'o mare - Torna a Surriento - Munasterio 'e Santa Chiara - Surdato 'nnammurato - 'O sole mio - Lettera M. Serao (Recitato) - Napule e' - Core napulitano - Anna verrà - Madonna de lu Carmine - Assaje - Malafemmina

sabato 1 dicembre 2018

Alessandro Canino - album



Alessandro Canino (Firenze, 14 settembre 1973) è un cantante italiano.  I suoi esordi furono sotto l'ala del maestro Giancarlo Bigazzi, partecipa il Festival di Sanremo nel 1992, 1993 e 1994.


1992 

Piccolo fiore (Prelude)
Brutta
Scappiamo via insieme
Voi
Le ragazze al sole
E la vita non va 
Con l'aiuto degli amici
Caro piccolo amico
Vieni al cinema
Piccolo fiore








1993 

Tu tu tu tu 
Un ragazzo souvenir 
Ti mancherò 
Videosessomania 
L'estate 
Amori ribaltabili 
Mille e una notte 
Ciao 
Volo 
Brutta (remix)








1994 

Crescerai
Brutta
Ti mancherò
Scappiamo via insieme
Amori ribaltabili
Voi
E la vita non va 
Sono giù
Tu tu tu tu  
Le ragazze al sole
Mille e una notte  
Con l'aiuto degli amici  
Ciao
Volo




1997 

Danza per me
Tutte quelle cose
Il manifesto
Va via
Roberta non verrà
Tutti quelli che si amano
Impazzirai
Voglio una moto
Venezia senza te
Quando sono solo





1999 

Piccolo fiore (Prelude)
Brutta
Ti mancherò
L'estate
Sono giù
Con l'aiuto degli amici
Scappiamo via insieme
Voi
E la vita non va
Tu tu tu tu
Amori ribaltabili
Crescerai
Volo
Piccolo fiore




2013 

Io
La condizione
L'amore è amore
Batte
Resta lì
Buona fortuna
Senza di me
Un Don Chisciotte nel 2000
Fiore di loto
Sarai
Quello che conta
Vorrei averti qui