Lettori fissi

mercoledì 31 marzo 2021

Sandro Giacobbe - singoli (parte 1)


Sandro Giacobbe, all'anagrafe Santino Giacobbe (Moneglia, 14 dicembre 1951), è un cantautore italiano.


1971 – Per tre minuti e poi.../Giorni d'amore, io e te
1972 – Scusa se t'amo/Un ricordo
1973 – Anche per me/Ho già scelto lei
1974 – Signora mia/La stanza del sole

!974 - Fammi amare/ E la luna entrò in casa mia

1975 – Il giardino proibito/Circostanze
1975 – Io prigioniero/Mary Claire
1976 – Gli occhi di tua madre/Dieci anni fa
1976 – Il mio cielo, la mia anima/Io mi perderò
1976 - El Jardin Prohibido
1977 – Bimba/Ieri
1978 – Volare via/Nina
1979 – Blu/Canzonaccia




martedì 30 marzo 2021

Francesco Salvi al Festival di Sanremo


Francesco Salvi (Luino, 7 febbraio 1953) è un attore, comico, cabarettista, cantante, umorista, scrittore, traduttore e conduttore televisivo italiano.


1989 - Esatto!

Con tutto quello che si sente in giro
Proviamo a far cantare gli animali veri
Vai col gruppo, prova microfono
Esatto
Adesso voi due
Siete caldi, avete spostato la macchina
Anch'io
One, two, three, quattro
Esatto, esatto, esatto, esatto
Facciamo tutti dei versi
Siamo una grande tribù
Non siamo tanti diversi
Dai prova a farlo anche tu
Bene, cominciamo col maiale, the pork
Mi raccomando
è la prima volta che canta un maiale.
State attenti alle parole, scandirle
Esatto
Era la prima volta
Mi sa che è anche l'ultima
Il gallo
Mi raccomando, essere più chiari
Perché anche il testo
Facciamo tutti dei versi
Siamo una grande tribù
Non siamo tanti diversi
Dai prova a farlo anche tu
Esatto, esatto, esatto, esatto
D'accordo, ma cerchiamo di capirci
Dunque, adesso il cavallo, the horse
Sempre di corsa, d'accordo
Ma cerchiamo di essere chiari, vai
Ma questo qui è un cavallo ad ostacoli
Non ho capito niente
Il cane, the dog, noi siamo amici, vero
Mi raccomando il testo, il testo
Ma non ho capito una parola
Vi ho portato io qua
Che figura mi state facendo fare
Ma dove siamo arrivati ad un certo punto
Avete capito voi
Noooo
Avete capito
Noooo
Neanch'io, basta, vado a casa
Un momento, dimenticavo il pesce
Dai pesce, spiegaci, parla tu
Esatto
Facciamo tutti dei versi
Siamo una grande tribù
Non siamo tanti diversi
Dai prova a farlo anche tu
Facciamo tutti dei versi
Siamo una grande tribù
Non siamo tanti diversi
Dai prova a farlo anche tu
Esatto.


1990 - A

Avete sentito che orchestra
Sentirete che pezzo
Adesso lo faccio io
Poi tutti assieme
Canto la canzone più bella del mondo
Che c'ha una nota sola che fa: A
E canto la canzone più stretta del mondo
Che c'ha una nota sola che fa: A
Canto la canzone più storta del mondo
Che c'ha una nota sola che fa: A
E canto la canzone più alta del mondo
Che c'ha una nota sola che fa: A
A, A, A, A
Grazie, grazie a tutti, non me l'aspettavo, grazie
Voglio ringraziare tutti i miei collaboratori
Che hanno reso possibile tutto ciò
Volevo fare un pezzo vocale, solo vocale
E ci sono riuscito
Canto la canzone più forte del mondo
Che c'ha una nota sola che fa: A
E canto la canzone più sexy del mondo
Che c'ha una nota sola che fa: A
E canto la canzone più salutare del mondo
Che c'ha una nota sola che fa: A
E canto la canzone più muta del mondo
Che c'ha una nota sola che fa
Cantare sempre, pensare mai
Poi ci troviamo in un mare di guai
Cantare sempre, pensare mai
E siamo ancora in un mare di guai
è una nota sola che ti fa sognar
Basta una parola per poter cantar
A, A, A, A
A, A, A, A
Canto la canzone più allegra del mondo
Che c'ha una nota sola che fa: A A A A
E canto la canzone più preoccupante del mondo
Che c'ha una nota sola che fa: A
Canto la canzone più scioccante del mondo
Che c'ha una nota sola che fa: A
E canto la canzone più puzzolente del mondo
C'ha una nota sola ma fa
Cantare sempre, pensare mai
Poi ci troviamo in un mare di guai
Cantare sempre, pensare mai
E siamo ancora in un mare di guai
E va beh, ho fatto una canzone
Che c'è dentro una nota sola, e allora
Qui è quarant'anni che c'è sempre la stessa musica
E non si lamenta mai nessuno
è una nota sola, che ti fa sognar
Basta una parola per poter cantar
A, A, A, A
A, A, A, A


1993 - Dammi 1 bacio

C'è uno strano fenomeno
Proprio qua attorno a noi
Tutti fanno polemica
E non ridono mai
È di moda la polemica ma solo a posteriori
Perché è sempre comoda la parte dei censori
Ma questo strano fenomeno
Non funziona con noi
Perché siamo un altra testa noi non siamo quelli là
Saltelliamo tutti insieme, il nostro grido è questo qua
Dai dai dai dammi un bacio dai dai dammi un bacio
Dammi un bacio, dammi un bacio, dammi un bacio
Dai dai dai dammi un bacio, bacio, bacio, bacio, bacio, bacio
C'è uno strano fenomeno
Proprio qua attorno a noi
Tutti fanno i cannibali
è una farsa oramai
C'è chi vive di parole e vuole fare il Professore
Viene qua per dirne quattro su politici e dottori
Ma questo strano fenomeno
Non ci tocca lo sai
Perché siamo un altro mondo ma diciamo a quelli là
Saltelliamo tutti insieme, il nostro grido è questo qua
Dammi un bacio, dammi un bacio, dammi un bacio
Dai dai dai dammi un bacio, bacio, bacio, bacio, bacio, bacio
La
More
C'è chi si vergogna un po' e non ne vuole parlare
La
More
C'è chi ne regala un po' e non ha bisogno di rubare più
Fenomeno
Fenomeno
Perché siamo un altra testa noi non siamo quelli là
Saltelliamo tutti insieme, il nostro grido è questo qua
Dai dai dai dammi un bacio dai dai dammi un bacio
Dammi un bacio, dammi un bacio, dammi un bacio
Dai dai dai dammi un bacio, bacio, bacio, bacio, bacio, bacio
Sì, tratta ora di vedere di che tipo di bacio
si tratta, perché se è il bacio di Giuda che
Tradisce eh, non va mica bene, e se stai baciando
Un altro e guardi me, non va mica bene, e se è il bacio
Che ti fa venire fuori tutte quelle cose sulle labbra
Ma mica bene neanche quello ! Ma non posso mica
Spiegare io che cosa è il bacio
La
More
C'è chi si vergogna un po' e non ne vuole parlare
La
More
C'è chi ne regala un po' e non ha bisogno di rubare più
La
More
C'è chi si vergogna un po' e non ne vuole parlare
La
More
C'è chi ne regala un po' e non ha bisogno di rubare più
Ma che strano fenomeno


1994 - Statento

Statento
Non devi fare le cose
Che non devi fare
Tu non devi farle capito che
Tu devi fare soltanto le cose che
Tu devi fare e non
Fare le cose che
Non devi fare le cose che
Non devi fare tu non devi farle capito che
Tu devi fare soltanto le cose che
Tu devi fare e non fare le cose che
Io quand'ero piccolino c'era sempre 'sto vocino
Che diceva di non fare
Le cose che mi piacciono di più
Statento
Non gridare, non fumare poi non bere, non dire, non fare
Non toccarti il pistolino
Se no si stacca e cade giù
Cade giù cade giù cade giù cade giù cade
Statento
Non devi fare le
Cose che non devi
Fare tu non devi
Farle capito che
Tu devi fare soltanto le cose che
Tu devi fare e non
Fare le cose che
Faccio presente che se quando vocino va avanti ancora un po'
Mi farà diventar matto
Divento matto anche senza la vocina
Ma almeno mi diverto di più e conosco anche più gente
No, no, non esiste nessuno
Che non ha sentito mai
Quella voce gridar: Sstatento
No, no, non esiste nessuno
Che non l'ha ascoltata mai
E continua a gridar: statento
E così l'uomo passò attraverso la preistoria e il medioevo
E raggiunse la pubertà e isole comprese
E la sua mente partì diretta verso gli spazi siderali
Alla conquista delle galassie più lontane
Ma anche lì l'uomo trovò quella vocina che gli dice
Non toccare niente, nons postare un accidente
Sta su tutto per un pelo
Appena tocchi cade tutto giù
Cade giù cade giù cade giù cade giù cade
E come tutte le canzoni questa qua per esser tale deve avere una morale
Ma che cosa vuoi insegnare
Ma così tanto per cantare
Proibito cantare
E pettinati
Ma non si può neanche scherzare
Proibito scherzare e pettinati
Come non si può scherzare
Non si può scherzare
No
No
No, no, non esiste nessuno
Che non ha sentito mai
Quella voce gridar: statento
No, no, non esiste nessuno
Che non l'ha ascoltata mai
E continua a gridar: statento
E così, sì, proprio così, l'uomo mise la retromarcia
E dormi nel suo mondo
Ma se non statento e continua andare avanti così
Va a finire che la terra l'uomo non la coltiva neanche più
La mangia così com'è, e basta
No, no, non esiste nessuno
Che non ha sentito mai
Quella voce gridar: statento
No, no, non esiste nessuno
Che non l'ha ascoltata mai
E continua a gridar: statento
Ma ora si è fatto leggermente tardi
E vi lascio con i consigli per gli acquisti
Statento
Dai, dai, dai comprate 'sto disco
Sarà presto nei migliori negozi
Nei peggiori è arrivato già da un po'
Statento

lunedì 29 marzo 2021

Bobo Rondelli - discografia da solista


Roberto Rondelli detto Bobo (Livorno, 18 marzo 1963) è un cantautore, attore e poeta italiano.

Fonda il trio Les Bijoux, coi quali incide l'album My Home (cantato in inglese). Nel 1992 il gruppo passa a cantare in italiano (cosa che permette a Bobo di esprimere al meglio il suo spirito sarcastico e dissacrante), cambia denominazione e diventa Ottavo Padiglione. Nel 2001 per Bobo ha inizio la carriera da solista.


2011 - Per amarti
2013 - Cuba lacrime
2015 - Qualche volta sogno
2017 - Soli


2001

Sdraiati sulle nuvole 
A non so dove 
Viaggio astrale 
Fino alla Luna 
Corri treno 
Hawaii da Shanghai 
Oh mama oh papa 
Preghiera 
Paranoid song 
Domani mi sparo 
Pioggia d'agosto 
Un'altra vita 
L'ultima danza


2002

Quando non ci sei 
I vitelloni 
Fiore nell'asfalto 
L'ultima danza 
Io e te Maria 
Suicidio travel 
Il calore di un abbraccio 
I bisogni della vita 
Gigiballa 
Martin Eden 
I dolori del giovane Walter 
Un giorno dopo l'altro 
Cuore di bimbo 
Gocce


2009

Viaggio di autunno 
Per amor del cielo 
Soffio d'angelo 
La marmellata 
Madame Sitrì 
Mia dolce anima 
Il cielo è di tutti 
Licantropi


2011

Per amarti 
L'albero 
La giostra 
Canto di un padre 
Sporco denaro 
Angelo azzurro 
Livorno nocturne 
Bambina mia 
Franco Loi 
Si a me delle donne 
Tu mi fai cantare 
Blu 
L'ora dell'ormai


2013

Bimbo sul leone 
Il cielo è di tutti 
Il palloso 
la marmellata 
Cuba lacrime 
24000 baci 
Puccio sterza 
Settimo round 
Bambina mia 
Bobagi's blues 
Prendimi l'anima 
Che gran fregatura è l'amor 
Il paradiso


2015

Carnevali 
Cielo e terra 
Qualche volta sogno 
Autorizza papà 
Nara F. 
La statale cosmica 
La voglia matta 
Tieni il mio amore 
Ugo's dilemma 
Maestro Goldszmith




2016

CD 1 : Ciampi ve lo faccio vedere - Livorno - Non so più niente - Ha tutte le carte in regola - Tu no - Il vino - Il merlo - Quaranta soldati quaranta sorelle - Ma che buffa che sei - Io e te Maria - In un palazzo di giustizia - Sporca estate - Il natale è il 24 - Sul porto di Livorno - Lungo treno del sud - Adius - Fino all'ultimo minuto 

CD 2 : L'amore è tutto qui - Il vino - Te lo faccio vedere chi sono io - Adius -  
Io e te Maria - Andare camminare lavorare - Ha tutte le carte in regola - 40 soldati 40 sorelle - In un palazzo di giustizia - Il giocatore - Il lavoro - Tu no - Mia moglie - Ma che buffa sei - Cosa resta - L'incontro - Quanto ti ho vista - Barbara non c'è? - Livorno

2017

Soli 
Ammalarsi 
Cartolina di giornata 
Prima che 
Lo Storto 
Dolce imbroglio 
Su questo fiume 
Sollievo animale 
Io ricordo di quando l'amavo 
L'angelo 
L'Andrea rampante 
Madre

domenica 28 marzo 2021

Pino Daniele - 45 giri (parte 1)


Pino Daniele, all'anagrafe Giuseppe Daniele (Napoli, 19 marzo 1955 – Roma, 4 gennaio 2015), è stato un cantautore, musicista e compositore italiano.

Chitarrista di formazione blues, è stato, a cavallo degli anni settanta e ottanta, uno dei musicisti più innovativi del panorama italiano. In oltre quarant'anni di carriera ha collaborato con numerosi artisti di prestigio tra i quali: Franco Battiato, Francesco De Gregori, Lucio Dalla, Ralph Towner, Yellowjackets, Mike Mainieri, Claudio Baglioni, Danilo Rea e Mel Collins.


1976 – Ca calore/Fortunato 


1977 – Napule è/Na tazzulella 'e cafè 

1979 – Je so' pazzo/Putesse essere allero 

1980 – Nun me scoccià/I Say I' Sto Ccà 

1980 - I Say I' Sto Ccà 

1982 - Tutta nata storia/Io vivo come te 

1982 - Have you seen my shoes 

1984 - Keep on movin' 

1985 – Ferryboat 

1987 – Watch Out 

1988 – Bonne Soirée 

1988 - Tell me now 



sabato 27 marzo 2021

Bungaro - discografia

 


Bungaro, pseudonimo di Antonio Calò (Brindisi, 23 maggio 1964), è un cantautore italiano.

Il suo esordio è legato alle partecipazioni al Festival di Sanremo 1988 con il brano "Sarà forte" e 1991 con "E noi qui" assieme a Marco Conidi e Rosario Di Bella.


1987 - Stretti in una morsa persi/I pensieri che dondolano 
1988 - Sarà forte/Stretti in una morsa persi 
1988 - Sulla punta della lingua/C'è qualcosa che non va 
1991 - E noi qui (con Marco Conidi e Rosario Di Bella) 
1991 - Credo


1988

Sulla punta della lingua
Dalla gola
Di te
Stretti in una morsa persi
Tutto esaurito
Lato B
Piatti da lavare
In bianco
Cosa c'è che non va
Ce la farò
Iside


1990

Voce
Papà la vita come va
Giuro di dire la verità
...e con pazienza aspetto
Sono stufo dei tuoi guai
Tutto il verde che mi va
Succo d'arancia la mattina
Stress
Per Anna


1992

Credo
Persi per amore
Voglio sentirmi libero
Se camminerai
Chissà se cambierà
A lume di candela
Non ci lasceremo mai
Schiaffi morali
Se fossi un altro uomo

1994

Tutto d'un fiato
Voglio una radio
E noi qui
Per Ana
Testo e musica
Apri le braccia
Voglio una radio (Remix)


2004

Occhi belli 
L'infedele 
Guardastelle 
Le donne d'autunno 
Agisce 
Preludio 
Moti lunari 
L'elenco delle cose 
Il regista 
Fare e disfare 
Nottambula


2009

Il motore immobile
Arte
Il deserto 
Se rinasco
Vestimi di te
Trafficante
Pagine
Punti di vista
Dal destino infortunato 
Madonna di lu finimundu 
Non è tempo che passa
Il volume del mare
Piacere di vederti 
Piccenna mia


2012

Quando torni
Senza confini
Dimentichiamoci 
Dopo l'amore 
Come la pioggia che si sposa al vento
Agisce agisce
A me non devi dire mai
Dolce meccanica
Quante volte per amore
Io non ho paura
Il valore del momento 
Il mare immenso (live)


2017

Tra sette anni
Il deserto
Agisce
Apri le braccia 
Il mare immenso
Il prato
Nottambula
Passione
Se rinasco 
Io non ho paura
A me non devi dire mai 
Guardastelle
Lu viddicu di lu mundu 
Perfetti sconosciuti
La donna riccia


2018

Imparare ad amarsi 
Le previsioni della mia felicità
Amore del mio amore
Tra sette anni
Il Ddserto
Agisce
Apri le braccia 
Il mare immenso
Il prato
Passione
Se rinasco 
Io non ho paura
A me non devi dire mai
Guardastelle
Lu viddicu di lu mundu 
Perfetti sconosciuti

venerdì 26 marzo 2021

Mario Castelnuovo - album


Mario Castelnuovo (Roma, 25 gennaio 1955) è un cantautore e chitarrista italiano.

Mario cresce a Roma e, pur dipingendo per hobby, si dedica invece alla musica.

Viene scoperto da Amedeo Minghi, che diventa produttore di Castelnuovo.

Nel 1981 esce il suo primo singolo "Oceania" la canzone sul retro "Sangue fragile" vede Minghi come coautore della musica.



1982 


Sette fili di canapa
Viale dei persi
160 km da Roma
Sangue fragile
Illa
Strasburgo 1979
Trame
Oceania


1984

Buona stella
Amore impossibile
Fiore di mezzanotte
Lo schiaffo del soldato
...Nina...Nina...
Nina
Halley
L'uragano e la rondine
Vento nel vento


1985

Piazza del Campo 
L'uomo distante 
La scogliera 
Inchiostro II 
Gli amici 
Palcoscenico - 
L'ultimo treno per Roma 
Stella di sugo 
Inchiostro 
Le aquile 
Madrigale


1987

Nobildonna 
Rondini del pomeriggio 
Cuore di vetro 
Stellina piccola 
Il primo volo 
Bubu 
Madonna di Venere 
Dentro la musica 
Pisellina 
La nuvola 


1988

Il lupo 
Sì 
Grigioperla 
Il grande Blek 
Le barche di città 
Sul nido del cuculo 
Gli occhi di Firenze 
Via della luna 
Dialogo d'amore


1993

Vinci 
Papà vicino e lontano 
Domenica 
Bugie d'amore 
A un passo dal mio cuore 
Cercami (il frullo della locusta) 
I tuoni 
Sorella mafia 
Milano vista da un romano 
La felicità


1966

Il mago 
Orfani d'amore 
Ma vie je t'aime 
Nudo amore 
Lady Man 
L'oro di Santa Maria 
La casa al Colosseo 
Leggimi nel futuro 
Lettera dall'Italia 
L'ora bianca 
La notte che venne il giorno 
Salomè


2000

Il miracolo
Buongiorno
Il mio gatto non sa parlare
Angeli con la coda
L'orologio a pendolo
La ballata dei fiori gialli
Montaperti
Che avrebbe fatto Hemingway?
La bambolina (storia di una bambolina indecisa)
Acchiappabicchieri
Ondina
Amaranta


2005

Radio valzer 
L'Ave Maria di un clown 
Che ora è 
Piccolo giudice (siciliana) 
Montaperti 
Compagnia d'arte scenica viaggiante 
Il florilegio 
Fuori i secondi 
Le galline del convento delle suore di clausura 
Novena del porto 
Fantasia K 397 in re minore [frammento] 
La sinfonia dei grilli 
Com'erano venute buone le ciliegie nella primavera del '42

2014

Annie Lamour 
Mandami a dire 
A Certaldo fa freddo 
Gli amanti 
Gli innamorati coi capelli bianchi 
Torna a casa Lassie 
Geneviève 
Canto della povera gente 
Fessure di cielo 
Gli angeli 
Santa Maria delle caramelle 
Trasteverina

giovedì 25 marzo 2021

Tiromancino - singoli (parte 2)


I Tiromancino sono un gruppo italiano di Roma, storicamente guidato da Federico Zampaglione. La loro musica è improntata alla commistione tra forma canzone e, rispetto alla musica leggera italiana, ricerca di sonorità non convenzionali.

2005 – Un tempo piccolo 

2005 – Della stessa materia dei sogni 

2005 – Tornerà l'estate 

2007 – L'alba di domani 

2007 – Angoli di cielo 

2007 – Un altro mare 

2008 – Il rubacuori 

2008 – Quasi 40 

2010 – L'essenziale 

2011 – Quanto ancora 

2011 – L'inquietudine di esistere (con Fabri Fibra) 

2014 – Liberi