Lettori fissi

martedì 23 febbraio 2021

Gli Opera al Festival di Sanremo


Gli Opera (nella foto la formazione originaria) sono stati un gruppo musicale pop italiano, attivo tra il 1975 e il 1985.


1976 - L'ho persa ancora


Cosa aspetto a far l’amore io? 
Se si sveglia mi dice di no 
È ad un millimetro dal corpo mio 
Però 
L’ho persa ancora 
È vero son poco per lei 
L’ho persa ancora 
Peccato peccato che noi 
Noi parliamo dell’amore quando non c’è più. 

Ogni foglia che perdevi era una virtù 
Poi d’un tratto lungo i viali della poesia 
Ti ricordi che non sei più mia 
E noi noi parliamo dell’amore quando non c’è più 
Senza sprechi di pudore come lo vuoi tu 
Sai voltare il tuo cuscino per l’eternità 
Tanto un giorno viene e l’altro va. 
Per mille anni 
Leggendo nel sonno di lei 
L’ho persa ancora 
Peccato peccato che noi 
Noi parliamo dell’amore quando non c’è più.


1979 - Il diario dei segreti


Mentre tu stai dormendo
Mi alzo già
Cerco il tuo diario
Prendo la chiave dentro i tuoi blue-jeans
Chiara la tua calligrafia
La vita tua ora è mia
Nel tuo diario leggo che
Vuoi far l'amore insieme a me
E piano piano scopro tutti i tuoi segreti
C'è scritto un nome, il nome mio
La foto insieme tu ed io
Se non è amore dimmi questo che cos'è
Nel tuo diario leggo che
Vuoi far l'amore insieme a me
Sfoglio le tue poesie lasciate a metà
Belle come la tua età
Ti voglio dare dieci in amore
Nel tuo diario leggo che
Vuoi far l'amore insieme a me
E piano piano scopro tutti i tuoi segreti
C'è scritto un nome, il nome mio
La foto insieme tu ed io
Se non è amore dimmi questo che cos'è
Nel tuo diario leggo che
Vuoi far l'amore insieme a me
Ti cerco al buio e tremo come un bambino
Poi vengo più vicino a te
Ti prendo piano e sento che anch'io ti amo.


1981 - Guerriero


Vai hai lasciato il profumo di lei
Hai sentito il sapore che ha
E la notte più chiara sarà
Fra le luci di questa città

Ogni sera una donna di più
Nell'amore il più forte sei tu
E ti piace giocare se sai
Che sarai
Ma il pensiero non si fermerà
Il ricordo si trasformerà
Per le strade di questa città
Corri già verso casa da lei
Che ti aspetta ogni sera e non sa
Quale sia la tua folle realtà
Forse, dentro il tuo letto,chissà
Dormirà
Guerriero tu che non hai mai paura
Guerriero se la notte è già più chiara
Guerriero corri presto corri in fretta
Guerriero c'è una donna che ti aspetta
Guerriero sul suo seno profumato
Guerriero nel suo sguardo un po' assonnato
Guerriero nella sua malinconia
Guerriero è la tua donna: non tremerà
Se la tua mano la sfiorerà.

10 commenti:

Rispondi